CRONACA - ITALIA

caserta

Arrestato in Italia il complice della strage di Nizza del 2016

Endri Elezi, un 28enne di nazionalità albanese, è stato fermato nel Casertano: avrebbe fornito le armi all'autore
la strage di nizza (archivio l unione sarda)
La strage di Nizza (Archivio L'Unione Sarda)

Blitz della polizia che ha individuato e arrestato uno dei complici della strage di Nizza del 14 luglio 2016.

Si tratta di Endri Elezi ed è stato fermato a Sparanise, in provincia di Caserta: 28enne di origine albanese, era destinatario di un mandato d'arresto europeo emesso dalle autorità francesi in quanto ritenuto responsabile di aver fornito le armi all'autore della strage, Mohamed Lahouaiej Bouhlel.

Il giovane è stato individuato dagli agenti delle Digos di Napoli e Caserta, coordinati dalla Procura di Napoli, grazie alle informazioni raccolte dall'Antiterrorismo.

LA STRAGE – Erano le 22:30 del 14 luglio di cinque anni fa quando, durante i festeggiamenti della Presa della Bastiglia a Nizza, un tir si è scagliato contro la folla che stava assistendo allo spettacolo dei fuochi d'artificio sulla Promenade des Anglais procedendo a zigzag mentre il conducente sparava all’impazzata, in modo da uccidere più persone possibili.

Morirono 84 persone, tra cui sei italiani. L'attentatore, Mohamed Lahouaiej Bouhlel, è rimasto ucciso a colpi di arma da fuoco che la polizia ha sparato contro la cabina.

(Unioneonline/D)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

    Più Letti
    Loading...
    Caricamento in corso...

    }