#CARAUNIONE

La lettera del giorno

"Le nostre aziende dimenticate, fra degrado e rischio idrogeologico"

"Un danno morale e materiale per chi ha investito ingenti somme di denaro"
(foto inviata)
(foto inviata)

"Cara Unione,

a Cagliari numerose aziende continuano a essere abbandonate. E nonostante numerose segnalazioni, in viale Elmas 188 continua il rimbalzo di responsabilità.

Numerose aziende si ritrovano con la strada d'accesso alle proprie attività in condizioni pietose. Il ponte sta crollando e le buche ormai sono di dimensioni vergognose.

Il comune è intervenuto anni fa posizionando due transenne (intervento inutile e per nulla risolutivo). Qualcuno riempie le buche con macerie che alle prime pioggie si riversano nel rio fangario che sfocia a Santa Gilla, danneggiando fra l'altro con ogni intervento i tubi di Abbanoa non interrati e bloccando di fatto le attività produttive.

Negli argini del rio fangario (zone demaniali) sono stati posizionati container, innalzate coperture industriali, recinzioni e sbarre luchettate le quali, oltre a occupare spazi del demanio, impediscono opere di pulizia che prevengono il rischio idrogeologico grave nella zona.

Anche il suolo sottostante il ponte della strada SS 130 è stato occupato da blocchi di cemento, autoarticolati, container e rifiuti. Oltre a questo numerosi mezzi abbandonati vengono lasciati incustoditi alle intemperie riversando sostanze altamente inquinanti nel terreno e nel rio fangario inseguito alla pioggia.

Tutto questo è gravissimo senza contare il danno materiale e morale inflitto alle aziende che hanno investito ingenti somme di denaro per dar vita alla propria attività e lustro alla zona.

Grazie dell'attenzione.

Lettera firmata*

(*le generalità, a conoscenza della redazione, vengono omesse nel rispetto della privacy e secondo la normativa vigente

***

Potete inviare le vostre lettere, segnalazioni e contenuti multimediali a redazioneweb@unionesarda.it specificando il vostro nome e cognome e un riferimento telefonico. Nell'oggetto dell'email chiediamo di inserire la dicitura #CaraUnione.

(La redazione si limita a dar voce ai cittadini che esprimono opinioni, denunciano disservizi o anomalie e non necessariamente ne condivide il contenuto)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

    Più Letti
    Loading...
    Caricamento in corso...

    }